relazioni scuola famiglia

Il lavoro con insegnanti e genitori di questi anni ci ha portato ad assistere ad un cambiamento nelle relazioni scuola famiglia.

Se fino a qualche anno fa la scuola era vista come un interlocutore degno di rispetto a priori al quale erano i figli a doversi adattare, negli ultimi anni alla scuola, sempre di più, viene chiesto di adattarsi agli alunni.

Se, da una parte, questo atteggiamento ha comportato miglioramenti nel campo sia educativo, nel rispetto delle individualità, che dell’apprendimento, verso un metodo che tenga conto delle difficoltà specifiche, dall’altro ha portato ad una minore autorevolezza della figura dell’insegnante.

Questo influisce non solo sul “mantenimento della disciplina”, ma anche sulla possibilità che l’insegnante assuma il ruolo della figura autorevole esterna alla famiglia con cui, fino dalla scuola materna, i bambini possano imparare a relazionarsi, non con soggezione, ma nella consapevolezza di una relazione asimmetrica.