NEETCol termine “Neet” (Not in Education, Employment or Training) si intende il fenomeno dei giovani tra i 15 e i 29 anni non inseriti in un percorso scolastico o formativo né impegnati a livello lavorativo.

Il fenomeno è in aumento in tutta Europa in concomitanza con l’aumento della crisi economica e in Italia in particolare – secondo i numeri diffusi dall’Istat nel rapporto Noi Italia 2014 – i “Neet” sono oltre due milioni e rappresentano circa il 24% dei giovani tra i 15 e i 29 anni, cifra decisamente superiore alla media dell’Unione Europea (15,9 %). In Italia inoltre, questa condizione interessa più le donne (26,1%) che gli uomini, per i quali la percentuale è pari al 21,8 %.

Ma quali sono le cause di questo preoccupante fenomeno in crescita?

Si tratta senza dubbio di una serie di concause (vi sono certamente variabili educative, sociali, politiche ed economiche) ma uno degli elementi che incide maggiormente è l’abbandono scolastico, scelta che non fornisce gli strumenti necessari a una formazione culturale sufficiente per un dignitoso inserimento sociale e che rischia di condurre il giovane ai margini della società in mancanza di un ruolo attivo al suo interno o ad una grave condizione di insoddisfazione personale per l’assenza di un senso di appartenenza.

Il tasso di “Neet” e di abbandoni scolastici è correlato positivamente:per combattere questo “nuovo” fenomeno è necessario puntare sulla lotta al “vecchio” fenomeno della dispersione scolastica dell’abbandono degli studi.

Metamorfosi dà il suo contributo alla lotta al fenomeno “Neet” attraverso i progetti di contrasto alla dispersione e all’abbandono scolastico, interventi attivi da dieci anni.